INAIL – AUTOLIQUIDAZIONE 2018/2019: IL NUOVO CALENDARIO DELLE NUOVE SCADENZE

La legge di Bilancio 2019 ha introdotto molte novità relative all’assicurazione contro gli infortuni e le malattie professionali gestita dall’INAIL.

La novità di maggiore impatto è relativa all’attuazione, a partire dall’anno 2019, della nuova tariffa dei premi per l’adozione della quale il Governo ha reperito le coperture finanziarie.

Allo scopo di rendere note le innovazioni apportate dalla legge di Bilancio ed evitare disagi ai datori di lavoro, l’INAIL ha emanato la circolare n. 1/2019.

Autoliquidazione del premio

L’autoliquidazione del premio è un adempimento che interessa i datori di lavoro per i quali si applicano il premio ordinario, retribuzioni per il tasso, ed i premi speciali degli artigiani.

Basi di calcolo per l’autoliquidazione

L’INAIL dovrà rendere disponibili nel servizio telematico “Fascicolo Aziende” le basi di calcolo per la regolazione 2018 e rata 2019 entro il 31.3.2019. Contestualmente verranno resi disponibili anche i servizi “Visualizza basi di calcolo” e “Richiedi basi di calcolo”.

Comunicazione di riduzione delle retribuzioni presunte 2019

La comunicazione delle retribuzioni presunte per l’anno 2019 è un adempimento eventuale poiché viene attivato da quei datori di lavoro che ritengano di dover calcolare la rata 2019 in base a delle retribuzioni imponibili diverse da quelle di regolazione per l’anno 2018. Qualora ne ricorrano i presupposti, la comunicazione, per ogni lavorazione, può essere effettuata entro il 16 maggio 2019 (prima della legge di Bilancio il termine era il 18 febbraio 2019).

Dichiarazione delle retribuzioni per l’anno 2018

Anche questo adempimento, originariamente previsto per il 28 febbraio di ogni anno, ha subito uno spostamento al 16 maggio 2019.

Lo stesso termine del 16 maggio 2019 deve essere osservato dai datori di lavoro che non devono trasmettere le retribuzioni ma solamente comunicare la volontà di avvalersi del pagamento in 4 rate

Pagamento del premio

Il pagamento del premio da autoliquidazione deve avvenire entro il 16 maggio 2019 tenendo in considerazione che:

-Qualora venga scelta la modalità in 4 rate (legge n. 499/1997 e legge n. 144/1999), dovrà essere versato il 50% del premio dovuto pari alla somma della rata che avrebbe dovuto essere versata il 16 febbraio e quella del 16 maggio. Al premio versato il 16 maggio non dovranno essere aggiunti gli interessi che dovranno, al contrario, essere conteggiati per le rate successive del 20 agosto e 16 novembre.

– Rideterminazione del premio artigiani nella ipotesi di cessazione. Nella ipotesi di cessazione di tutta la polizza artigiani entro la data massima del 16 maggio 2019, il relativo premio speciale dovrà essere rideterminato in base ai 12° di attività.

– Certificati di assicurazione equipaggio. È prorogata al 16 maggio 2019 la validità di questi certificati necessari per la navigazione dei natanti assicurati tramite la gestione navigazione.

Quanto esposto per i premi ordinari si applica anche al settore navigazione.

Adempimenti non differiti

La circolare n. 1/2019 specifica che non è oggetto di differimento il pagamento della rata 2019 per i premi speciali diversi da quello artigiani che, come detto, è oggetto di autoliquidazione. Sono, quindi, da versare le rate 2019 relative agli apparecchi RX ovunque ubicati e sostanze radioattive; quelle relative alle cooperative di facchinaggio, vetturini ed ippotrasportatori; quelle relative alla piccola pesca costiera e nelle acque interne.

Nella circolare 1/2019 non ci sono riferimenti alla denuncia relativa alle sostanze radioattive utilizzate nel corso dell’anno 2018 che, si desume, debba essere presentata entro il 16 febbraio 2019 poiché non oggetto di autoliquidazione. A questi premi speciali, compresi quelli per i frantoi e per le scuole, continuerà ad applicarsi la riduzione ex l. 147/2013 fissata al 15,24% per l’anno 2019.

Per le società di somministrazione resta confermato il termine del 18 febbraio 2019 entro il quale effettuare il versamento dei premi relativi al 4° trimestre 2018 mentre quelli relativi all’anno 2019 dovranno essere versati 16 maggio 2019, 20 agosto 2019, 17 novembre 2019 e 16 febbraio 2020.

Soppressione della riduzione edilizia

La circolare ribadisce l’eliminazione della riduzione edilizia a partire dall’anno 2019.

Per quanto concerne l’anno 2018, la riduzione è confermata nella misura del 11,50% e, come di consueto, è previsto l’obbligo di regolarità contributiva per la durata del periodo di fruizione del beneficio.

Osservazioni finali

Nulla dispone la circolare n. 1/2019 in merito alla soppressione del sovrappremio previsto per l’effettuazione delle lavorazioni che espongono al rischio di contrarre la silicosi e l’asbestosi.

La legge di Bilancio 2019 dispone semplicemente che il sovrappremio non è più dovuto. Il fatto che non sia indicata una data e che la decorrenza della legge 145/2018 sia il 1° gennaio 2019, fa supporre che il sovrappremio sia dovuto per l’anno 2018 ma non per l’anno 2019.

Leave a Comment

Hai bisogno di una consulenza sul lavoro? Contattaci ora!